Translate

7/12/12

Nuovi propositi per settembre

Io di solito i nuovi propositi me li pongo a settembre, con l'inizio dell'"anno scolastico". Ho sempre più sentito l'ansia dell'inizio a settembre piuttosto che a gennaio.
Mi metto a scriverne semplicemente uno perchè questa vacanza mi sta facendo riflettere non poco.
Sono tornata stanca, ma soprattutto "vuota".
Perchè una persona non può stare senza vita sociale troppo a lungo o forse sono solo io. Che a sentirsi solo e unicamente mamme e non donne e amiche si diventa completamente matti.
E io penso esserlo diventata. Sono attualmente un'esaurita incapace di godersi la vita e le sue piccole cose.
Lasciamo stare che le vacanze per le mamme sono sempre pesanti e faticose e chiamarle vacanze fa proprio ridere, ma non riesco a godermi niente.
Mi sto riposando molto fisicamente mentre la mia testa va a mille con pensieri orrendi altri meno.

E' che signore mie, non si può essere solo madri. Io ho passato un anno pesante e me ne rendo conto solo ora. Non tanto a livello organizzativo perchè alla fine tutto filava. Stare da sola con due bambini alla fine ti affatica ma con un paio di aiuti ce l'ho fatta.
Si creano però degli squilibri soprattutto sei stai da sola e non hai modo di sfogarti.

Intanto stare dietro a mia figlia mi è pesato enormemente. Senza il padre, anche quelle poche ore la sera, non c'è equilibrio, non c'è supporto. Per lei, ma anche per mio figlio, ero sempre e solo io quella che dettava le regole e non c'era nessuno al mio fianco per sostenerle e ribatterle. Soprattutto nei molti momenti di stanchezza.
Sembra una sciocchezza ma non lo è affatto e se già una bambina è tosta di carattere, reggere le sue sfide continue è ancora più sfiancante.
Sta migliorando e credo (spero) la situazione cambierà una volta tornati a casa con il papà e soprattutto una volta iniziato l'asilo.

Starsene sola tutto l'anno vuol dire anche non riuscire a ritagliarsi degli spazi. Vuol dire non avere vita sociale perchè non hai nessuno a chi lasciare i bambini e vuol dire non avere un marito con il quale uscire ogni tanto o con il quale sedersi sul divano a guardarsi un film.

Ho bisogno di uscire con della gente e ho bisogno di non parlare sempre e solo di figli. Per assurdo ho cominciato ad evitare come la peste i siti che parlano solo unicamente di bambini e di maternità. Persino il mio "MOM" di worldwidemom mi dà sui nervi!
Esiste altro oltre l'essere madre. Voi ben sapete quanto io ami i miei figli e quanto io mi diverta a fare e creare cose per loro...ma ecco, non ne posso più.

Da settembre voglio e devo costruirmi una vita sociale. In qualche modo devo farmi subito delle amiche con le quali uscire a bere qualcosa. Cercherò subito una babysitter fidata e chissenefrega se costa tanto, per uscire ogni tanto con mio marito.
Dovrò organizzarmi bene per poter dedicare tempo a me, ai miei interessi al mio essere ELENA.
Speriamo di riuscirci anche perchè io non sono una gran chiaccherona e fare amicizia per me non è mai stato facile ma vorrei proprio riuscire ad usare un paio di scarpe nuove e quei bei vestiti che ho chiusi nell'armadio, ogni tanto.

Ecco quello che vorrei fare.

26 comments:

  1. io per la prima volta da quasi 6 anni sono stata quasi due settimane a casa da sola con mio marito senza la bambina (in "vacanza" dai nonni)
    è stato rigenerante, è stato veramente un toccasana
    A parte che ho stra-voglia di stare con lei come non mi capitava da tanto (troppo), ma poi ci siamo goduti la vita a due, la città, e perfino il lavoro con spirito diverso.
    Quindi ti dico assolutamente ritagliati del tempo per te e per voi-coppia se riesci quando sarai a s. francisco e ne gioverete tutte
    Ti abbraccio, omonima :-)

    ReplyDelete
  2. ed io ti auguro di farlo.
    A volte nella vita sono necessari anche questi momenti, perchè nei momenti un po' grigi si capiscono tante cose e si trovano le energie per affrontare al meglio le nuove sfide e i nuovi obiettivi!
    vedrai che la vita a san francisco sarà stupenda ;)

    un abbraccio :)

    ReplyDelete
  3. Non sono mamma.Per niente.
    Ma nelle tue parole mi ci rivedo lo stesso.
    Un anno senza vita sociale non è un anno.
    Io sono semplicemente stata in germania e tutto quello che facevo era andare a lavoro e tornare da lavoro, uguale tutti i giorni.
    C'erano dei momenti in cui non riuscivo a realizzare se fosse sera e stessi tornando a casa o se fosse mattina e stessi andando a lavoro.
    E' alienante e mi sono detta "mai più".
    Siamo delle persone prima di essere lavoratrici,mamme,mogli e tutto il resto.
    E chi non ha risorse per se stessa non ne ha neanche da darne agli altri.

    Quindi con quest'ottimo proposito per Settembre...goditi un po' le vacanze pensando ANCHE a te!

    ReplyDelete
    Replies
    1. sacrosante parole zia atena! se no non si riesce a dare niente agli altri...devo ricaricarmi e sentirmi donna per poter dare il massimo alla mia famiglia!

      Delete
  4. E fai benissimo. Il mio consiglio è che ti trovi qualcosa da fare, un' associazione, del volontariato di una cosa che ti appassiona, un corso, meglio se in orario scolastico. Ma ce la farai, ragazza, solo che è verissimo, hai avuto un anno di miniera e i figli con il caratterino, ne so qualcosa anch' io, li ami profondamente, ma anche che palle certe volte.

    ReplyDelete
    Replies
    1. guarda non sono un tipo che sta ferma e si annoia, non ti preoccupare.
      ho sempre fatto troppe robe non avendone il tempo, quindi non vedo l'ora di fare e di organizzarmi quando i bambini sono a scuola.
      E speriamo che la scuola a Giulia faccia bene :-)

      Delete
  5. guarda io ho avuto questi stessi pensieri un mesetto fa quando ho lasciato la viatrix da mia madre in italia per 48 ore e sono andata a un matrimonio a varsavia dove ho trovato il marito arrivato la'da instanbul (nonostante il panzone ho fatto festa al matirmonio per 12 ore di fila e la sera prima cena romantica con mio marito).. certo ero contenta di tornare da mia figlia. ma 48 ore a parlare di altro, a non essere automaticamente la mamma di e quindi a poter passare per una giurista, una italiana, una ragazza..insomma sempre io, ma non solo mamma. E stare con mio marito senza avere sempre un pezzo i cervello girato verso il dondolare il passeggino o fare il cibo a pezzetti o mille altre cose...solo 100% attenzione per lui e lui per me..e mi sono ricordata come stavamo bene tra noi due, davvero. gliene ho parlato, vergognandomene. lui invece mi ha detto che anche lui ci pensa spesso e se la vita fosse 200 anni ne avrebbe aspettati altri 50 prima di avere la bimba, per godersi ancora un sacco di anni con me, ma visto che non siamo destinati a campare tanto, questa e' la seconda strategia migliore possibile: averli fatti in fretta relativamente, vicini tra loro e tra due avranno l eta' per lasciarli piu spesso a qualcuno.Che tutti mi dicono h non la mandi all asilo, non hai tempo per te, ma a me nn pesa nn mandarla all asilo, visto quanto costerebbe qui, a me pesa non poterla lasciare a nessuno una sera ogni tanto per andarmene al cinema o a fare una passeggiata con mio marito, quando non e' in giro per il mondo e qua non avendo parenti e amiche strette,nessuna baby sitter si tiene quel maremoto di mia figlia per una sera ogni tanto....tocca stringere i denti e sperare che alla prossima relocation sara; piu semplice avere aiuto esterno....ma nel frattempo invecchio :-S

    ReplyDelete
  6. Nessun bimbo per il momento a casa nostra! Ma dopo questi discorsi mi viene da dire solo "Aiutoooooo!". Immagino che non ci siano solo momenti di questo tipo e che le fatiche siano compensate da mille altri aspetti meravigliosi, ma ora come ora, ho un po' paura della non-vita sociale e quindi mi convinco a godermi ancora di più la vita di coppia!

    ReplyDelete
    Replies
    1. Allora, sì goditi la vita di coppia più che puoi.
      Poi, non è che la situazioni debba per forza degenerare per tutti come è successo a me. Anzi mia sorella ha un figlio e ha vita sociale. Certo, i ritmi e le possibilità di uscita con dei figli cambiano ma non è che debbano per forza sparire.
      A me è capitato quest'anno di M... così che mi ha fatto capire che ho proprio bisogno di altro per essere me stessa e non solo mamma!

      Delete
  7. Cara elena, concordo in pieno! E ci pensavo proprio ieri sera dopo una splendida serata con le mie amiche del liceo. Noi genitori abbiamo bisogno di staccare ogni tanto, e' impagabile. Io sclero se non esco ogni tanto. Quindi a SF organizzeremo qlche serata, magari mi ospiti per la notte, e viceversa ;), ti ho visto solo una volta ma mi sembra di conoscerti da anni. Non riesco a credere che non riesci a fare amicizia! :) ti abbraccio e riposati. Ps: pensavo a quanto e' dura la vita delle mamme single, hanno tutta la mia ammirazione!

    ReplyDelete
    Replies
    1. GRANDE!!!!!
      Sì intanto anche la mia ammirazione alle mamme single.
      Poi. Guarda che usciamo e andiamo a vederci magari qualche bel concerto o a me basta una birra o un bicer di vino e due chiacchere e già mi sento normale.
      Guarda che anche io mi piazzo da te :-)

      Sono felicissima di averti conosciuto e di averti al fianco in questa avventura!

      Delete
  8. Lo devi fare e lo farai!!! In parte posso capirti, xchè quest'estate per la prima volta non ho mandato i miei figli ai centri estivi e quindi sono con me 24 ore su 24. Nemmeno mezza giornata con i nonni!!!! (non x mia scelta, ma ci sono altri problemi). Siamo quasi a metà vacanze e non è x niente semplice, le giornate sono lunghe e anche se mi sono preparata tante attività da fare, certi giorni mi verrebbe solo da scappare da casa, almeno x due ore!!!
    Se può servire a qualcosa hai tutta la mia solidarietà!!

    ReplyDelete
    Replies
    1. sì sì ce la farò! grazie e in bocca al lupo anche a te per le tue vacanze!

      Delete
  9. ciao Elena :) buona vita nuova!

    ReplyDelete
  10. Mi sembra un ottimo proposito, cara Elena !
    Te lo auguro di cuore (e un po' mi auguro di farmi tentare dal tuo buon proposito per partire con il piede giusto qui a Montreal!!!) !

    ReplyDelete
  11. Ti capisco perfettamente!Quando mio marito va via solo qualche giorno per lavoro al rientro io sono letteralmente distrutta e non tanto fisicamente, ma il fatto di non poterci parlare anche solo quella mezz'ora di tranquillità prima di andare a dormire, mi pesa un sacco e in queste occasioni penso proprio che voi che lo fate quotidianamente siate eccezzionali.
    Però ci vuole un pò di tempo anche per noi, io e mio marito dopo due anni e mezzo qualche giorno fa siamo andati a fare una cenetta romantica sulla spiaggia, che sembra una cavolata, ma non lo è e siamo stati così bene....che sicuramente replicheremo!
    Io sto realizzando un mio sogno che avevo accantonato da due anni, ma ora mi sembra giusto riprenderci anche un pochino della nostra consapevolezza di essere anche altro oltre che mamme, senza nulla togliere all'amore e alla dedizione che abbiamo nei confronti dei nostri piccoli!
    In fin dei conti se noi stiamo bene anche i nostri figli stanno meglio e se due ore ci possiamo riposare e divagare benvenga, per noi e per loro!
    un grandissimo abbraccio!

    ReplyDelete
    Replies
    1. capisco perfettamente e non vedo l'ora che arrivi mio marito per uscire un po' tranquilli.
      abbiamo deciso che quando arriverà lui, resteremo per quei 5 giorni a Milano così possiamo uscire e avere l'aiuto di mia madre...

      un forte abbraccio anche a te!

      Delete
  12. Non sei l'unica, penso che siamo in tante a poterti capire ;-)
    Hai ragione: quelle due orette serali in cui il papa' e' a casa gia' da sole fanno tantissima differenza! Inoltre da settembre anche la piccola andra' all'asilo e avrai tempo libero per dedicarti ai tuoi sacrosanti propositi!
    Il mio ha solo 14 mesi, ma gia' non vedo l'ora che vada alla preschool, madre snaturata che sono. E' che senza nessun aiuto e neanche una vera amica su cui fare affidamento diventare durissima. Coraggio, ce la faremo!

    ReplyDelete
  13. Mi sembrano propositi di sana e robusta costituzione... Le tue riflessioni mi paiono appropriate: probabilmente c'è davvero da rimbambire a governare esclusivamente e "totalizzantemente" i propri figli, pur adorandoli visceralmente.
    Quindi, San Francisco, occhio: Elena sta arrivando!!!
    ;) ;) :)
    MGBruttona

    ReplyDelete
  14. un bel proposito! seguilo ad ogni costo!
    in bocca al lupo!

    ReplyDelete
  15. ah se ti capisco! mio marito torna a casa alle 9 di sera ma tanto i bambini vanno a letto alle otto quindi in definitiva con loro non c'è mai a parte la domenica mattina. Ti posso assicurare che sarà tutto diverso quest'anno la bambina andrà a scuola e tu avrai mezza giornata libera all'inizio ti avverto non saprai nemmeno che fare ;-) e poi anche i bambini terribili compiuti tre anni diventano più giudiziosi, in bocca al lupo per i tuoi progetti

    ReplyDelete
  16. Se vuoi un pò di conforto leggi il post che ho scritto stanotte! Il tuo proposito è più che lecito, anzi è obligatorio seguirlo! Condivido a pieno tutto...la fatica delle vacanze, che sto appunto passando ora, il non avere il marito troppo presente e aggrappati con tutte le unghie al tuo essere Donna!!! Io l'ho capito dopo l'anno della Cucciola, non è giusto annientarsi, non fa bene a noi e neanche a loro. Bambini sereni li fanni genitori sereni! Se fossi un pò più vicina uscirei molto volentieri con te a prendere una birra per fare due chiacchiere e no da Mamme, da Donne!!!

    Cheers alla tua salute ;)!

    ReplyDelete
  17. Eh....hai proprio ragione.
    Bizzarro, tempo di vacanze (così dette) e stesso trend nei post dei blog! Tutte le mamme prima o poi hanno bisogno di una pausa.

    ReplyDelete
  18. sono completamente daccordo, io due volte a settimana lascio il nano una volta da mia mamma e una dalla mia giovane nonna e vado a yoga o acquagym
    il lavoro fà molto... lì non sono solo la mamma o la moglie, sono la professionista!

    ReplyDelete
  19. E fai benissimo! I nostri spazi sono sacrosanti!

    ReplyDelete

Grazie!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...